Cambiamenti….

Durante la menopausa, i livelli di ormoni femminili, gli estrogeni, cominciano a diminuire. Ciò ha un impatto sui vari tessuti del corpo e le donne notano come risultato che i loro capelli e la pelle subiscono dei cambiamenti, diventando più sottili e secchi.

Allo stesso modo, l’ambiente all’interno della vagina può cambiare, diventando meno lubrificato e più fragile, portando quindi alla secchezza, al disagio e al dolore durante i rapporti .

Questi cambiamenti possono anche esporre le donne ad un elevato rischio di ricorrenti infezioni vaginali e problemi del tratto urinario.

Sintomi caratteristici:

  • secchezza vaginale e irritazione

  • prurito e bruciori locali

  • dolore durante il rapporto sessuale (dispareunia)

  • perdite di sangue vaginali (spotting)

Complicanze più comuni:

  • microlesioni della mucosa interna/cute esterna

  • infezioni ricorrenti (cistiti, vaginiti)

  • incontinenza urinaria/urgenza urinaria

  • prolasso utero-vaginale

A differenza di altri disturbi che accompagnano la menopausa, come le vampate di calore, e che in genere si attenuano con il passare del tempo, l’atrofia vulvo-vaginale tende a persistere e può peggiorare, interferendo con la qualità della vita.

Questi disturbi posso essere gestiti ed efficacemente trattati, quindi è utile parlarne con il ginecologo.

Nel sito www.ilmiopiccolosegreto.it sono disponibili due strumenti per trovare le parole giuste ad affrontare l’argomento  durante l’appuntamento con il ginecologo:

Un test per l’Atrofia Vulvo-Vaginale che può aiutare le donne, se già soffrono dei disturbi dell’Atrofia Vulvo-Vaginale.

Il secondo strumento è una lista di controllo che può aiutarti a spiegare al  ginecologo i tuoi sintomi e come ti senti. Puoi stampare la lista e condividerla con il tuo ginecologo.