fbpx

Iscriviti alla Newsletter

Fitness & Salute per la Donna

Inserisci la tua e-mail qui sotto e riceverai subito il link di accesso 

all'area corsi e informazioni utili su fitness e salute per la donna

Elaboriamo i tuoi dati nel rispetto della nostra  Privacy Policy. Potrai cancellarti dalla lista quando vorrai cliccando sull'apposito link infondo alle mie email

Close

Prolasso e Incontinenza

Cosa è e da cosa può essere provocato il prolasso degli organi pelvici

Il prolasso è la discesa verso il basso, e nei casi più gravi la fuoriuscita, di uno degli organi che sono presenti nell’area pelviperineale, in particolare di utero, retto e vescica. 

La prima causa di questo disturbo è l’indebolimento dei muscoli di sostegno a questi organi, che non riescono più a contrastare la forza di gravità Questa situazione può derivare dall’età, da gravidanze e parti, da obesità o da eccessiva magrezza, da cambiamenti repentini di peso, da sforzi intensi e ripetuti della muscolatura e da malattie che indeboliscono i tessuti connettivali.      

In una condizione di normalità, durante uno sforzo, il complesso degli organi viscerali e uretrali  dovrebbe normalmente spostarsi verso il coccige. Lo spostamento degli organi è infatti controllato e rallentato dal sistema di sospensione elastico anteriore (addominali), e dal pavimento pelvico che agisce come un ammortizzatore di pressione e sostiene dal basso. Il pavimento pelvico è costituito infatti da due cupole di concavità inferiori che si comportano come archi nubiani durante la loro reazione alla pressione (una specie di amaca muscolare).

In caso di ipotonia della fascia addominale vi è uno spostamento contrario degli organi pelvici e digestivi verso la parte anteriore e la pressione interna si sposta, gravando maggiormente sul pavimento pelvico

Nel tempo la condizione di ipotonia peggiora sempre di più e con essa la capacità di sostegno e contenimento dei muscoli addominali e pelvici. La pressione generata e la mancanza di tono e resistenza del pavimento pelvico provocheranno addome prominente, discesa degli organi pelvici (prolasso) e incontinenza urinaria.

Sintomi che possono fare presagire il rischio di prolasso

I sintomi sono molti e vari e spesso si presentano insieme. Si va dalla sensazione di un ingombro in vagina o di un peso a livello del perineo, dal dolore durante i rapporti sessuali alla difficoltà a urinare o a evacuare, da cistiti ricorrenti a presenza di emorroidi, da incontinenza di gas o feci a incontinenza urinaria da sforzo.

Come intervenire

I casi meno gravi possono essere curati attraverso la riabilitazione del pavimento pelvico, attività che spesso viene fatta eseguire anche a supporto della terapia chirurgica

I casi più gravi, invece, richiedono interventi di tipo chirurgico, che sono mininvasivi e hanno l’obiettivo di ripristinare l’anatomia e la normale funzionalità dell’intera area pelviperineale. 

Prevenzione

La prevenzione e il trattamento del prolasso degli organi pelvici e dell’incontinenza urinaria avviene attraverso tecniche che agiscono sulla tonificazione della fascia addominale, la tonificazione del sistema di ammortizzazione della pressione addominale e la normalizzazione dei fattori generatori di pressione della fascia addominale, del diaframma toracico e dei muscoli delle vie respiratorie. Come la ginnastica addominale ipopressiva.

Si raccomanda inoltre di:

PROVA

 la Ginnastica Addominale Ipopressiva

Prenota il tuo primo incontro di prova e valutazione

Incontro individuale. Illustrazione del metodo, test di inclusione e idoneità, test addominali e pratica degli elementi di base di una postura
 Durata 1 h circa

Se ti è difficile partecipare ai corsi in studio puoi  seguire il corso on-line

CONTATTI

MAPPA DEL SITO

© Copyright | PTSTUDIODONNA All Rights Reserved

Call Now Button