Essere donna

“Essere uomo o essere donna” è importante dal punto di vista della salute poiché i fattori di rischio, la prevalenza e l’incidenza, l’insorgenza, l’espressione clinica, la storia naturale e l’approccio terapeutico ad una determinata patologia possono variare sensibilmente a seconda del sesso e del genere.

Molte differenze di genere sono state individuate in questi ultimi anni ed ormai è sempre più evidente che il cuore, i vasi, il cervello, il fegato, il polmone, il rene, devono essere declinati sia al femminile che al maschile.
La scarsa conoscenza e la scarsa considerazione delle differenze biologiche e sociali hanno prodotto il cosiddetto “paradosso donna”: le donne vivono più a lungo degli uomini, ma si ammalano di più ed hanno un maggior numero di anni di vita in cattiva salute.

(Tratto dal volume di Onda La salute della donna. Un approccio di genere)

In questa sezione ho messo a disposizione documentazione utile per informarti sulle patologie più diffuse (quali sono, come prevenirle, come riconoscerle e affrontarle quando si manifestano), per indicarti quali sono i rimedi più efficaci per sentirti sempre al meglio.

Parte del materiale che troverai è stato pubblicato dal Ministero della Salute, nella sezione dedicata alla salute per la donna,  (http://www.salute.gov.it/portale/donna/homeDonna.jsp) e dalla Fondazione Onda (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna e di genere) i quali in ogni ambito indicano quanto l’attività fisica e una corretta alimentazione siano fondamentali per prenderti cura di te.