Esercizi per il pavimento pelvico

Esercizi per il pavimento pelvico

Quali esercizi fare per il pavimento pelvico in presenza di disfunzioni?

Gli esercizi più indicati per il pavimento pelvico in presenza di disfunzioni sono quelli che non aumentano la pressione interna e rieducano i muscoli a ripristinare le loro funzioni di sostegno. Gli esercizi che rispondono a queste caratteristiche sono gli esercizi ipopressivi.

Gli esercizi ipopressivi ti aiutano non solo a recuperare il tono dei muscoli pelvici, ma anche la loro naturale funzionalità. Puoi così contrastare incontinenza e prolasso e ritrovare la serenità nei gesti della vita di tutti i giorni.

Negli ultimi tempi la ginnastica ipopressiva si è affermata come un nuovo metodo rivoluzionario per la tonificazione e riabilitazione del pavimento pelvico e della fascia addominale.

La ginnastica ipopressiva agisce in modo efficace considerando la struttura istologica di queste parti. Il pavimento pelvico è costituito per l’80% di tessuto connettivo (collagene I, III e IV) e solo il 20% di fibre muscolari, per lo più fibre di tipo I (80% delle fibre muscolari).

La fisiologia del pavimento pelvico ci suggerisce quindi che l’opzione terapeutica più appropriata è un trattamento che aumenta il tono complessivo delle strutture costituite dal perineo: tessuto connettivo soprattutto e fibre muscolari di tipo I.

Negli esercizi di contrazione volontaria (Kegel) l’attenzione viene posta principalmente sul sistema di sostegno attivo del pavimento pelvico cioè la COMPONENTE MUSCOLARETuttavia, per ottenere un equilibrio e flessibilità ottimale delle strutture pelviche, si deve dare attenzione all’altro sistema di sostegno del pavimento pelvico, ovvero quello passivo, specificamente il TESSUTO CONNETTIVO. Gli esercizi ipopressivi sono un valido strumento per migliorare entrambi i sistemi: passivo e attivo.

È importante ricordare che il pavimento pelvico fa parte del nostro CORE o CENTRO DI STABILITA’. Il CORE è composto:

  • dal diaframma (in alto)
  • il pavimento pelvico (in basso)
  • gli addominali (anteriormente)
  • i lombari (posteriormente).

Questo insieme di muscoli lavora in modo sinergico per stabilizzare la colonna vertebrale ed aiutare nel meccanismo respiratorio. Uno squilibrio muscolare o eccesso di tono in qualsiasi parte del core può avere delle ripercussioni dirette su tutta la struttura.  Inoltre il pavimento pelvico è coordinato in forma sinergica con il movimento respiratorio. La rieducazione dello schema respiratorio potrà aiutare a migliorare la nostra stabilizzazione centrale e allo stesso tempo migliorare la funzione del pavimento pelvico.

La ginnastica ipopressiva è un programma posturale e respiratorio i cui obiettivi principali sono la rieducazione degli schemi e della funzione respiratoria e il riequilibrio posturale. Esso consiste in una ampia serie di tecniche respiratorie e tecniche di rieducazione posturale e ad oggi è l’approccio più completo al trattamento del pavimento pelvico e di tutto il core.

Tra le principali indicazioni della ginnastica ipopressiva c’è proprio la prevenzione e il trattamento delle disfunzioni pelviche. La ginnastica ipopressiva infatti:

  • Riabilita la funzione pelvica :gli esercizi ipopressivi inviano messaggi ripetitivi ai muscoli pelvici. Questi messaggi stimolano la risposta riflessa di questi muscoli. Con la pratica costante degli esercizi ipopressivi, i muscoli pelvici recuperano gradualmente la capacità di rispondere in modo autonomo e  ripristinano il loro normale funzionamento.
  • Non aumenta la pressione intra-addominale: gli esercizi ipopressivi non aumentano la pressione intra-addominale, sono quindi sicuri anche in presenza di disfunzioni.
  • Riposiziona gli organi pelvici: gli esercizi ipopressivi provocano un “effetto di aspirazione” nella zona addominale e pelvica. Questo genera un “risucchio” dei visceri pelvici, che riduce la tensione miofasciale e facilita il riposizionamento degli organi pelvici. Gli studi e i test dimostrano inoltre come gli esercizi ipopressivi migliorano notevolmente la sintomatologia dei prolassi
  • Tonifica: l’aspirazione diaframmatica eseguita negli esercizi ipopressivi  permette di “sollevare” il pavimento pelvico, tonificandolo, irrorandolo e rendendolo più elastico. .
Per apprendere gli esercizi ipopressivi in modo corretto ed efficace affidati ad un professionista esperto.