fbpx

FAQ

You are here: Home / FAQ

Qui puoi trovare le risposte alle tue curiosità

Vuoi saperne di più?

Compila il form qui sotto

Gli addominali assicurano un corretto equilibrio posturale, una buona mobilità della schiena del bacino epartecipano a funzioni vitali come la respirazione, la digestione e la circolazione sanguigna. La loro corretta tonicità assicura anche un ventre piatto.

Quando si esegue un esercizio addominale classico, avvicinando le spalle al bacino o sollevando le gambe (sforbiciate o pedalate) verso il tronco, si lavora principalmente con i muscoli retti addominali. Si produce un aumento della curva lombare e della pressione addominale, generando una spinta della pancia verso l’esterno e verso il basso. In questo modo il risultato non sarà la tanto desiderata pancia piatta ma un addome prominente quando rilassato e una spinta degli organi interni sul pavimento pelvico con il rischio di incontinenza e/o prolasso. La pratica di questo tipo di esercizi addominali iperpressivi aumenta il rischio di ernia inguinale e addominale, la compressione dei dischi intervertebrali aumenta inoltre il rischio di ernia discale, lombalgia, sciatica.

Ricerche e pubblicazioni scientifiche confermano che gli esercizi addominali tradizionali comportano effetti negativi per la salute e l’estetica se non abbinati a esercizi di riprogrammazione muscolare come gli esercizi ipopressivi. L’incontinenza urinaria e i prolassi sono maggiormente frequenti nelle donne che praticano esercizio fisico o sport rispetto alle sedentarie.Negli atleti le lesioni addominali ( ernie ombelicali, addominali o inguinali,…) e le lesioni osteo-articolari (protusioni o ernie discali, usura delle articolazioni,…) si verificano con più probabilità.

Quando siamo rilassati, e non contraiamo nessun muscolo, il tono muscolare di base ci permette di assumere determinate posizioni o svolgere determinate funzioni senza che noi pensiamo di farlo. Questo avviene perchè disponiamo di fibre di tipo I innervate da motoneuroni beta che agiscono involontariamente, anche in una situazione di rilassamento. I muscoli addominali e pelvici svolgono la loro funzione di contenimento degli organi interni in modo involontario.

Gli aumenti di pressione però possono sprogrammare le fibre muscolari involontarie e fare perdere la loro funzione. Nel caso di un aumento di pressione le fibre muscolari involontarie si disconnettono per permettere agli organi interni di trovare il lo spazio lateralmente o verso il basso. Esercizi o atteggiamenti iperpressivi ripetuti inibiscono la muscolatura involontaria e il tono di base che non risponderà più in condizione rilassata. La persona che si trova rilassata noterà l’addome più prominente, vedrà più pancia,  sentirà un peso sul pavimento pelvico che non potendo sostenere gli organi interni perderà il controllo delle sue funzioni.

La ginnastica addominale ipopressiva permette di attivare l’addome, principalmente il trasverso e gli obliqui, ridurre la prominenza e il giro vita e simultaneamente mantenere un corretto stiramento della colonna vertebrale (“autoallungamento”).

Il metodo ipopressivo è destinato alla prevenzione e al miglioramento estetico, del rendimento sportivo e della salute. Questo metodo è praticato da fisioterapisti, ostetriche e medici e operatori del fitness come prevenzione, terapia, e miglioramento delle performance. Le tecniche ipopressive hanno dimostrato la loro efficacia in molti ambiti e questi sono i vantaggi derivati dalla loro pratica:

  • Riducono il perimetro del giro vita di un 8%
  • Migliorano la postura e diminuiscono il dolore alla schiena
  • Aumentano il tono di base della fascia addominale e del perineo di un 58%
  • Migliorano le capacità sessuali per l’incremento della quantità di sangue che arriva al perineo
  • Diminuiscono l’incontinenza urinaria lieve di un 95% e la moderata di un 60%
  • Aumentano la forza del perineo del 20%
  • Migliorano la vascolarizzazione e la resistenza
  • Aumentano la forza esplosiva e la capacità anaerobica all’aumentare del metabolismo fino ad un 15%

Qualunque persona desideri ridurre il girovita trova nelle Tecniche Ipopressive il metodo più sicuro ed efficace. I miglioramenti posturali che forniscono le convertono in una forma di terapia e prevenzione molto efficace. Chi pratica esercizio fisico o sport,specialmente le donne, deve riprogrammare la sua fascia addominale e il perineo, per evitare lesioni e migliorare il proprio rendimento sportivo.

E’ un test molto semplice, puoi stare sdraiata o seduta. Appoggia una mano sulla zona sotto l’ombelico, cercando di notare cosa succede quando tossisci o emetti un grido. Se tossendo, gridando o facendo uno sforzo, l’addome spinge verso l’esterno, vi è un evidente segnale che la fascia addominale è “sprogrammata”. L’aumento di pressione provocato dalla tosse, dal grido o dallo sforzo dovrebbe essere anticipato di una frazione di secondo da una contrazione involontaria della fascia addominale. Questo riflesso evita che la pressione spinga gli organi interni verso il basso sul pavimento pelvico e che la fascia addominale si rilassi. Lo stesso test può essere eseguito ponendo tutta l’attenzione sul pavimento pelvico e osservando se questo sale, scende o se non succede niente. Se il perineo scende, è un chiaro sintomo di ipotonicità. Le fibre involontarie del pavimento pelvico, che dovrebbero agire un millesimo di secondo prima dello sforzo sostenendolo e sollevandolo, si sono sprogrammate. Se i test mettono in luce questi problemi della fascia addominale e/o del perineo la riprogrammazione è imprescindibile per non incorrere in disfunzioni gravi.

La Ginnastica Addominale Ipopressiva è una tecnica di allenamento della FASCIA ADDOMINALE  e del PAVIMENTO PELVICO.
E’ una ginnastica estetica, preventiva e curativa indicata per:

  • TONIFICAZIONE della FASCIA ADDOMINALE e DEL PAVIMENTO PELVICO
  • RIDUZIONE DEL GIROVITA
  • PREPARAZIONE AL PARTO
  • RIABILITAZIONE POST PARTO
  • PREVENZIONE e RIABILITAZIONE URO-GINECOLOGICA (INCONTINENZA urinaria da sforzo, ERNIE inguinali, vaginali, addominali , PROLASSI, etc…)
  • Migliorare la POSTURA
  • Migliorare la RESPIRAZIONE e la RESISTENZA AEROBICA
  • Migliorare la FLESSIBILITA’ LOMBARE e la CIRCOLAZIONE degli ARTI INFERIORI
  • Migliorare le FUNZIONI SESSUALI

La ginnastica ipopressiva non può essere praticata fino a sei mesi dopo il parto e durante tutto il periodo dell’allattamento al seno. E’ inoltre controindicata nei casi di ipertensione.

Certo. La ginnastica ipopressiva può essere abbinata a qualsiasi attività fisica: ne amplifica gli effetti, migliora le performance e la resistenza respiratoria. Eseguita subito dopo una sessione di allenamento amplifica l’efficienza metabolica e riprogramma la muscolatura addominale a lavorare nel modo corretto.

Prima di iniziare il programma di allenamento eseguiremo una analisi della tua condizione corporea in termini di peso e, composizione corporea, l’idratazione e metabolismo.

In funzione dei risultati dei test, delle tue condizioni, delle tue capacità e dei tuoi obiettivi personali formuleremo il programma adatto più efficace.

La ginnastica ipopressiva applicata ad un programma fitness permette di scegliere le tecniche e gli esercizi giusti per stimolare il metabolismo e la circolazione, migliorare la postura e modellare il core senza creare danno alla parete pelvica. Applicando il metodo ipopressivo eseguiremo fitness riabilitativo mirato e attento ai problemi femminili.

La bioimpedenziometria è una metodica utilizzata per la determinazione della composizione corporea (massa grassa, massa magra, acqua totale).

Il test viene eseguito con un’apparecchiatura professionale costituita da 4 elettrodi, da applicare, rispettivamente, sul dorso delle mani e sul dorso dei piedi; ad essi vengono collegati dei fili conduttori, attraverso cui viene fatta circolare la corrente, che, attraversando le strutture corporee raccoglierà alcuni dati traducendoli in misure corporee.

Acqua corporea totale (TBW – total body water);

Acqua extracellulare (ECW – extra cell water);

Acqua intracellulare (ICW – intra cell water);

Massa cellulare (BCM – body cell mass);

Massa magra (FFM – fat free mass);

Massa grassa (FM – fat mass);

Massa muscolare (MM – muscle mass);

Metabolismo basale correlato alla massa cellulare.

Vuoi prenotare un colloquio Informativo o una lezione di prova gratuita?

 

GINNASTICA IPOPRESSIVA…

SALUTE

POSTURA

FORMA

Call Now Button