fbpx

PERCHE’ PRATICARE LA GINNASTICA IPOPRESSIVA

Molte donne dopo il parto decidono di fare ginnastica ipopressiva con l’obiettivo principale di recuperare i muscoli addominali e del pavimento pelvico, ma a parte questi due ovvi obiettivi, la realizzazione di un programma di tecniche ipopressive di M. Caufriez aiuta la neomamma a normalizzare e regolarizzare molti altri aspetti fondamentali per il suo corretto e completo recupero. L’origine del metodo Ipopressivo, creato dal Dr. Caufriez negli anni ’80, fu infatti il recupero delle donne dopo il parto ma si sviluppò in un intero concetto terapeutico con l’obiettivo di aiutare la donna a riconnettersi con il proprio corpo e a sentirsi meglio con se stessa.

Le tecniche ipopressive soddisfano infatti tutti gli obiettivi fisioterapici nel trattamento globale delle donne nel post parto:

 riequilibrio della postura tonificazione addominale e pelvica prevenzione e trattamento dell’incontinenza urinaria da stress prevenzione e trattamento dei prolassi pelvici miglioramento della vascolarizzazione miglioramento della vita sessualeLe tecniche ipopressive in terapia includono esercizi di ginnastica addominale ipopressiva, tecniche di aspirazione diaframmatica e trasferimento di tensione e per questo è necessario partire da un’analisi algoritmica personalizzata affidandosi ad un professionista esperto e certificato del metodo. Nell’ambito del recupero post-parto, si utilizzano tecniche di ginnastica addominale ipopressiva (GAH) al fine di riacquistare la postura corretta, tonificare i muscoli addominali e del pavimento pelvico, nonché fornire un’adeguata prevenzione di possibili ernie vaginali (prolassi ) e incontinenza urinaria.Oltre a lavorare con le tecniche di ginnastica addominale ipopressiva (GAH), durante questa fase di recupero post-paarto possono essere praticate anche tecniche di aspirazione diaframmatica che facilitano una risalita degli organi pelvici e un rapido e significativo aumento del flusso venoso e linfatico a livello del bacino inferiore e degli arti inferiori. Questo aumento del flusso linfatico e venoso aiuta ad avere un effetto molto positivo sui sintomi del disagio perineale che può essere causato dalla ptosi pelvica, o sulle dispareunie profonde generate dalla congestione pelvica dopo il parto.Infine, possiamo utilizzare tecniche di trasferimento della tensione con alcune mamme , la cui applicazione ci consentirà un rilassamento più specifico delle strutture muscolari e aponeurotiche ipertensive dopo il processo di gravidanza e parto, come il diaframma toracico e i muscoli della catena posteriore.

PRIVACY

CONTATTI

MAPPA DEL SITO

 

© Copyright | PTSTUDIODONNA All Rights Reserved

Call Now Button