GINNASTICA IPOPRESSIVA

Un metodo di riprogrammazione globale che permette di tonificare la muscolatura addominale e pelvica e riequilibrare la postura.

I muscoli della fascia addominale e del pavimento pelvico tendono a perdere la loro funzionalità, che è quella di sostegno agli organi interni, per i continui aumenti di pressione addominale dovuti alla vita quotidiana, inattività, gravidanza, o ad esercizi addominali iperpressivi (crunch). Con il Metodo Ipopressivo, questa funzionalità viene  ripristinata riprogrammando il responso muscolare e aumentando il tono muscolare a riposo.

Le sensazioni ottenute con gli esercizi ipopressivi vanno incrementandosi attraverso la pratica e si trasferiscono automaticamente alla vita quotidiana conferendo un miglioramento della postura e una presa di coscienza corporea che facilita la loro esecuzione.

A differenza degli esercizi addominali tradizionali che provocano iperpressione , addome prominente e danneggiano la parete pelvica, la ginnastica addominale ipopressiva apporta i seguenti benefici:

  • Rinforza i muscoli obliqui e trasverso, che sono quelli che delineano il punto vita e stabilizzano il tratto lombare (EFFETTO CORPETTO). Previene e riduce le diastasi nel post parto

  • Diminuisce la pressione addominale

  • Potenzia in forma riflessa i muscoli del perineo, la base di appoggio della colonna vertebrale aumentandone il tono a di base a riposo (NON DEVO PIU’ CONTRARRE I MUSCOLI PER APPIATTIRE LA PANCIA…) 

  • Decomprime i gangli linfatici della pelvi migliorando la vascolarizzazione pelvi-perineale e degli arti inferiori. Rinforza gli sfinteri uretrali, vaginali e anali, previene e corregge l’incontinenza

  • Previene la caduta degli organi della pelvi o evita che ciò continui (previene prolassi e regredisce quelli in atto)                        

  • Rinforza le catene muscolari che partecipano al mantenimento della postura.

  • Riduce efficacemente il girovita (8% secondo le investigazioni di Caufriez (2005))

  • Incrementa il metabolismo respiratorio – con la pratica degli esercizi ipopressivi si nota anche un aumento della mobilizzazione dell’energia esplosiva e della capacità anaerobica con un incremento fino al 15% del metabolismo in 2 mesi di allenamento (Caufriez, 2004)

  • Aumenta l’eritropoietina (EPO) (aumento del consumo calorico post esercizio) – l’ipossia creata dalla ripetizione dell’aspirazione diaframmatica in apnea espiratoria, aumenta il livello di EPO nel sangue fino al 65% (Burk, R. 2007).

  • Incrementa la sensibilità nella zona genitale. Attraverso gli esercizi ipopressivi si ottiene un aumento della vascolarizzazione del perineo permettendo una migliore sensibilità della zona genitale. Le persone che hanno praticato questo tipo di esercizi riportano eccezionali miglioramenti del desiderio e del rendimento sessuale.

[/cmsms_text][/cmsms_column]

[/cmsms_row]