GINNASTICA IPOPRESSIVA

La ginnastica ipopressiva è il miglior metodo oggi a disposizione per tonificare addome e pavimento pelvico e nel contempo riequilibrare la postura.

Siamo frequentemente sottoposte ad aumenti di pressione addominale dovuti ai semplici movimenti della vita quotidiana, alla gravidanza e al parto, o agli allenamenti soprattutto se facciamo esercizi addominali tradizionali (crunch). Per questo motivo addome e pavimento pelvico tendono a indebolirsi, perdere tono e diminuire la loro capacità di sostegno agli organi interni.

Un addome prominente, l’insorgere di disfunzioni (incontinenza, prolasso etc) e l’incapacità di mantenere una postura corretta sono sintomi di questa diminuzione del tono muscolare.

Attraverso la pratica costante degli esercizi ipopressivi inviamo stimoli efficaci ai nostri muscoli e al sistema posturale. Questi stimoli provocano una risposta (neurodivergenza) che permette innanzitutto di migliorare il tono di  base della muscolatura. In secondo luogo permette di integrare i risultati ottenuti e renderli autonomi.

La rivoluzione e l’eccezionalità di questo metodo sta proprio in questo: riprogrammare il sistema muscolare e posturale al fine di gestire in modo autonomo le pressioni esterne ed evitare l’insorgere di disfunzioni. Quindi non sarà più necessario correggere in continuazione la postura o trattenere l’addome, perchè il corpo sarà in grado di gestire il tutto in autonomia.

A differenza degli esercizi addominali tradizionali gli esercizi ipopressivi diminuiscono la pressione addominale interna e quindi ti permettono di tonificare addome e pavimento pelvico senza creare danni o peggioramenti ma apportando i seguenti benefici:

  • Rinforzo dei muscoli obliqui e trasverso con conseguente riduzione del punto vita (EFFETTO CORPETTO). Prevenzione e riduzione della diastasi

 

  • Migliore gestione della pressione addominale e di conseguenza non devo piu contrarre i muscoli addominali per appiattire la pancia

  • Potenziamento del tono di base dei muscoli addominali pelvici e prevenzione/riduzione delle disfunzioni del pavimento pelvico

  • Decompressione dei gangli linfatici della pelvi e conseguente miglioramento della vascolarizzazione pelvi-perineale e degli arti inferiori. Rinforzo degli sfinteri uretrali, vaginali e anali, prevenzione/riduzione dell’incontinenza

  • Prevenzione della caduta degli organi della pelvi  (prevenzione dei prolassi e regressione di quelli in atto)                        

  • Rafforzamento delle catene muscolari che partecipano al mantenimento della postura.

  • Incremento del metabolismo respiratorio – con la pratica degli esercizi ipopressivi si nota anche un aumento della mobilizzazione dell’energia esplosiva e della capacità anaerobica con un incremento fino al 15% del metabolismo in 2 mesi di allenamento (Caufriez, 2004)

  • Aumento dell’eritropoietina (EPO) (aumento del consumo calorico post esercizio) – l’ipossia creata dalla ripetizione dell’aspirazione diaframmatica in apnea espiratoria, aumenta il livello di EPO nel sangue fino al 65% (Burk, R. 2007).

  • Incremento della sensibilità nella zona genitale. Attraverso gli esercizi ipopressivi si ottiene un aumento della vascolarizzazione del perineo che permette una migliore sensibilità della zona genitale. Le persone che hanno praticato questo tipo di esercizi riportano eccezionali miglioramenti del desiderio e del rendimento sessuale.

 

 

Se vuoi rimanere aggiornata sui nuovi eventi di prova e i nuovi corsi iscriviti alla newsletter: